Shiatsu per i disturbi alle cervicali

La digitopressione, anima dello shiatsu, può intervenire con grande efficacia sui disturbi alle cervicali, così frequenti e diffusi. Una prima domanda da porsi è però la seguente: Qual è la causa di questi fastidi?

Innanzitutto, dobbiamo considerare l’incredibile lavoro dei muscoli del collo che ci consente di effettuare un numero impressionante di movimenti. Pertanto, questi muscoli non sono mai del tutto a riposo neppure durante il sonno. Non dimentichiamo che hanno anche il compito di sostenere la testa. Aggiungiamoci elementi come stress e respirazione superficiale, ecco che la regione cervicale è sottoposta a frequenti “tour de force”!

Come agisce lo shiatsu? Il principale scopo di questa terapia giapponese che non prevede alcun uso di olio, è il riequilibrio corporeo. Il nostro organismo ha innate e meravigliose capacità di auto equilibrio, indispensabili per auto curarsi. Quando queste risorse vengono meno, a causa di svariati motivi, ecco il nascere di disturbi che possono poi sfociare in malattie. Lo shiatsu interviene stimolando queste capacità, non sono agendo su muscoli e ossa ma anche sul sistema nervoso autonomo riducendo sensibilmente i livelli di stress e aumentando quelle risorse naturali che permettono il riequilibrio al nostro organismo.

Nello specifico, la regione cervicale viene trattata globalmente, attraverso pressioni mirate che rilassano la muscolatura e permettono a chi riceve di percepire il corpo attraverso il tocco. Sono di aiuto anche trazioni che aiutano l’allungamento muscolare. Allo stesso momento, lo stimolo della circolazione sanguigna permette un maggior nutrimento ai muscoli che possono finalmente rilasciare le tensioni e migliorare le loro fisiologiche funzioni.

Lo stato di rilassamento creato dallo shiatsu è una conseguenza non un obiettivo. Contattaci per maggiori informazioni!

Lo shiatsu è riconosciuto dalle casse malati complementari